Substantiviske leksikaliseringsmønstre i Ikeas danske og italienske onlinekataloger: en analyse med udgangspunkt i endo-­‐ og exocentrisk sprogtypologi

Lise Hinke Guldberg

Student thesis: Master thesis

Abstract

Il punto di partenza di questa tesi è la teoria di una distinzione fra lingue endocentriche e lingue esocentriche tra cui esistono grandi differenze tipologiche. Secondo il cosiddetto ”modello di comunicazione” di Korzen (2003), tutte le lingue sono costituite da tre strutture o livelli: lingua, testo e contesto. Il primo livello è il sistema linguistico, cioè i lessemi e la morfologia. I lessemi formano delle frasi che diventano un testo, che occorre in un certo contesto. Il modello mostra che i lessemi influenzano il resto della lingua. La teoria di lingue endocentriche e lingue esocentriche è una tipologia basata sul sistema lessicale, che risulta molto interessante da analizzare, poiché le differenze trovate nella lessicalizzazione delle due lingue si riflettono su tutti i livelli della lingua. Le lingue germaniche, tra cui il danese, sono di tipo endocentrico e sono caratterizzate da verbi specifici e concreti. I sostantivi invece, sono generali e astratti. Questo vuol dire che la maggior parte dell’informazione semantica si trova nel verbo, ovvero, nel centro della frase. Le lingue romanze, tra cui l’italiano, sono del tipo opposto, cioè quello esocentrico, in cui l’informazione si concentra nei sostantivi concreti e specifici che formano la parte non-centrale della frase, mentre i verbi sono astratti e generali. Nella presente tesi vengono analizzate le differenze tra il lessico danese e italiano in un caso concreto: il catalogo online di’ikea.dk e ikea.it. Il materiale empirico consiste in descrizioni dei prodotti nelle due varianti del catalogo, e per questo motivo, l’analisi è concentrata sul sistema nominale ed è diviso in tre parti. Nella prima parte, viene analizzato a quale livello di specificità si trovano i sostantivi e sintagmi da ikea.dk e ikea.it. Secondo la teoria, i nomi danesi sono sottospecificati e si trovano su un livello superiore e più generale rispetto ai nomi italiani, che sono più specificati. Si parla 4 di iperonomia e iponomia. L’analisi rivela che sia i nomi danesi che i nomi italiani, nel materiale empirico sono più specifici della normale tendenza. La seconda parte dell’analisi si concentra sui tratti semantici lessicalizzati nei sostantivi e sintagmi dell’empiria. Il tratto semantico principalmente lessicalizzato nel sistema nominale e nei lessemi semplici danesi è la loro funzione, mentre quello principale dei lessemi italiani è la loro configurazione. L’analisi dimostra quali tratti sono aggiunti nella lessicalizzazione secondaria. La terza e ultima parte dell’analisi, tratta del modo in cui questa lessicalizzazione secondaria viene eseguita. La tendenza in danese, è quella di costruire composizioni con l’iperonimo generale per ottenere un iponimo più specifico. In italiano invece, è di solito la derivazione con l’uso di prefissi e suffissi. Oppure la creazione di composizioni con una preposizione. Nel materiale empirico i nomi danesi seguono il modello, mentre nel caso italiano è presente una maggioranza di composizioni.

EducationsMA in International Business Communication (Intercultural Marketing), (Graduate Programme) Final Thesis
LanguageDanish
Publication date2013
Number of pages114